Search for:

La cucina aretina

Storia e ricette

di Guido Gianni

Presentazione di Marco Guarnaschelli Gotti

Edizione: 2024
Illustrato
13,7×21,7 cm – brossura fresata
Tot. pagine: 192
ISBN 978-88-99898-07-6
collana “Cucine del Territorio”

vedi: UNA RICETTA AL GIORNO

Descrizione

Ne La cucina aretina Guido Gianni ha approfondito tematiche interessanti e inusuali, come il legame tra la cucina e i mestieri: perché i fuochi, il tempo ma anche gli utensili a disposizione di un fabbro o un calzolaio hanno contribuito alla creazione di alcuni piatti e non altri. Come la spiegazione dell’origine dello “stufato sangiovese”, un piatto che costituiva il pasto dei ‘bullettai’ e cioè i fabbri che forgiavano a mano i chiodi, le ‘bullette’. Mentre battevano il ferro arroventavano sull’incudine una pignatta di coccio, accostata ai carboni della forgia, lo stufato cuoceva lentamente sotto l’occhio vigile del fabbro, che così poteva continuare a lavorare.

Partendo dalla situazione territoriale e agricola originaria, intorno all’anno 1000, Guido Gianni ci racconta una cucina figlia, come tante altre affascinanti, di grande povertà e di grande ingegno in una Toscana che ricorda, più che altre, quella contadina aspra e sordida dei romanzi di Federigo Tozzi. Da questo suolo colturale duro, magro e discreto nasce tanto più sorprendente la pianta di una cucina piena non solo di carattere, ma di complessità e finezze che andranno ad arricchire, tramite i traffici ecclesiastici di Avignone, anche il corpus storico della cucina francese.

Il libro contiene circa 150 ricette

La cucina aretina – Indice analitico delle ricette

Look inside

#pdfp6655234f53259 .title { font-size: 16px; }#pdfp6655234f53259 iframe { height: 1122px; }#pdfp6655234f53259 { width: 100%; }

Ti potrebbe interessare…