Search for:

La cucina livornese

Storia e ricette
di Aldo Santini

Presentazione di Marco Guarnaschelli Gotti
Illustrato
13,7×21,7 cm – brossura con alette
Tot. pagine: 192
ISBN 978-88-99898-10-6
collana “Cucine del Territorio”

vedi: UNA RICETTA AL GIORNO

Descrizione

Per capire e narrare una città come Livorno si possono usare molte chiavi di ricerca: Aldo Santini, che Livorno ha raccontato in vari libri, questa volta ha scelto, molto modernamente, la chiave della cultura alimentare, cioè cucina, mercato, feste, import-export, ristoranti, personaggi, occasioni storiche.

Santini scrive allegramente, nel senso che il suo libro non solo trasforma la vicenda della cucina in un immaginario affascinante, ma, da giornalista che ha steso le gambe sotto tavole d’ogni parte del mondo, la racconta entrando e uscendo dalla cucina e dal personaggio, facendo entrare e uscire i propri modi dal palcoscenico dell’ironia: è un livornese che guarda da livornese, come un livornese racconta Livorno in un gioco di specchi che diverte, fa venir voglia di litigarci, ma anche di correre in cucina, o almeno al ristorante, a dimostrare e ad assaggiare, con triglie e cacciucchi. Come dire, un un ulteriore “piacere del testo”.

“L’uomo è ciò che mangia”.

Con questa espressione probabilmente si intende che la cucina riflette tutti i dati culturali e materiali concorrenti a formare “l’uomo” di un’area determinata: ed ecco la cucina livornese descritta da Santini, una cucina potente e varia la cui bandiera è una zuppa di pesce dal nome turco, le cui famose triglie sono un’invenzione ebraica, nella quale il pomodoro si installa prima che a Napoli, che ha il cuscus col suo vanto di deserto ma anche il bordatino, minestra di farina gialla, verdura e fagioli che si raccorda con le tante risposte simili alla fame tradizionale dell’Appennino Toscano; la cucina di una città dove il tè si serve con rito inglese ma nelle strade scorre, sotto forma di poncino, il rhum dei pirati, di una città che apre il primo caffè d’Europa e che stampa in prima edizione Dei delitti e delle pene di Cesare Beccaria.

138 ricette

La cucina livornese – Indice analitico delle ricette

Look inside

#pdfp66507ca31d69f .title { font-size: 16px; }#pdfp66507ca31d69f iframe { height: 1122px; }#pdfp66507ca31d69f { width: 100%; }

Ti potrebbe interessare…